Il Blog di Enzo Bianchi

Il Blog di Enzo Bianchi 

​Fondatore della comunità di Bose

Il Vangelo di Oggi 26/03/2023

25/03/2023 20:00

ENZO BIANCHI

VIDEO/AUDIO HOME,

Il Vangelo di Oggi 26/03/2023

Commento di Enzo Bianchi Testo Bibbia EinaudiLettura Marco Colabraro

Il Vangelo di Oggi - 26/03/2023

 

Evangelo secondo Giovanni (11,1-45)

 

Commento di Enzo Bianchi

 

Testo tratto dalla Bibbia Einaudi

 

Lettura Marco Colabraro

V domenica di Quaresima - Domenica 26 Marzo 2023 

Lettura dall’Evangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni (11,1-45) 

 

In quel tempo, 1 c’era un malato, Lazzaro di Betania, del villaggio di Maria e di Marta, sua sorella. 2 Era stata proprio Maria a ungere di profumo il Signore, e ad asciugargli i piedi con i suoi capelli. Suo fratello Lazzaro, appunto, stava male. 3 Allora le sorelle mandarono a dirgli: «Signore, vedi, colui che ami sta male!» 4 Ma Gesú, sentita la notizia, dice: «Questa malattia non è in vista della morte, ma per la gloria di Dio, affinché il Figlio di Dio ne riceva gloria!» 5 Gesú amava Marta, e sua sorella, e Lazzaro. 6 Come dunque sente che Lazzaro sta male, rimase nel luogo dove si trovava per due giorni. 7 Dopo di che, in seguito dice ai discepoli: «Torniamo di nuovo in Giudea!». 8 Gli dicono i discepoli: «Rabbí, proprio ora i Giudei cercavano di lapidarti, e tu vuoi tornarci di nuovo?» 9 Replica Gesú: «Non sono forse dodici le ore del giorno? Se uno cammina di giorno, non inciampa, poiché vede la luce di questo mondo. 10 Chi cammina di notte inciampa, poiché non c’è luce in lui». 11 Queste cose disse. Dopo di che dice loro: «Lazzaro, l’amico nostro, dorme – ma vado a svegliarlo!» 12 Gli dicono allora i discepoli: «Signore, se dorme, potrà salvarsi!» 13 Ma Gesú intendeva parlare della sua morte – mentre loro credevano che parlasse del riposo del sonno. 14 A questo punto allora, Gesú dice loro apertamente: «Lazzaro è morto, 15 e me ne rallegro per voi, affinché crediate, perché non ero là! Ma andiamo da lui!» 16 Allora Tommaso, chiamato Gemello, dice ai condiscepoli: «Andiamo anche noi a morire con lui!» 17 Gesú, dunque, arrivato, lo trovò nella tomba già da quattro giorni. 18 Betania era vicino a Gerusalemme, a distanza di circa quindici stadi, 19 sicché molti tra i Giudei si erano recati da Marta e Maria, per consolarle del fratello. 20 Come dunque Marta sente dire «Sta arrivando Gesú!», gli andò incontro, mentre Maria se ne stava seduta in casa. 21 Dice dunque Marta a Gesú: «Se tu fossi stato qui, Signore, mio fratello non sarebbe morto! 22 Però, ora sono certa che qualunque cosa chiederai a Dio, Dio te la concederà!» 23 Le dice Gesú: «Risusciterà – il tuo fratello!» 24 Lei gli dice: «Certo risusciterà alla risurrezione nell’ultimo giorno!» 25 Le dice Gesú: «Sono io la risurrezione e la vita! Chi crede in me, anche se muore, vivrà, 26 e chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno! Questo lo credi?» 27 Gli dice: «Sí, Signore: io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo!» 28 E dicendo questo, va e chiama Maria sua sorella, dicendole di nascosto: «C’è il maestro, e ti chiama!» 29 E come sente, quella si alza in fretta, e andava da lui. 30 Gesú non era ancora arrivato al villaggio, ma era ancora là dove Marta gli era andata incontro. 31 Allora i Giudei, che erano in casa con lei per consolarla, vedendo Maria alzarsi in fretta e uscire, la seguono – pensando: «Va alla tomba, per piangere là!» 32 Allora Maria, arrivata là dov’era Gesú, vedendolo, cade ai suoi piedi, dicendo: «Se tu fossi stato qui, Signore, mio fratello non sarebbe morto!» 33 Allora, vedendo piangere lei, e piangere anche i Giudei venuti insieme a lei, Gesú freme nello spirito, si turba, 34 e dice: «Dove l’avete messo?» Gli dicono: «Signore, vieni e vedi!» 35 Gesú piange. 36 Dicono allora i Giudei: «Vedi quanto gli voleva bene!» 37 Ma alcuni di loro dicono: «Costui – ha aperto gli occhi al cieco! Non poteva far in modo che anche questi non morisse?» 38 Di nuovo dentro tutto fremente, Gesú arriva alla tomba. Era una grotta, con una pietra sopra. 39 Dice Gesú: «Levate quella pietra!» Gli dice Marta, la sorella del defunto: «Signore, puzza – poiché è già di quattro giorni!» 40 Le dice Gesú: «Non ti ho detto che se credi, vedrai la gloria di Dio?» 41 Allora levano la pietra. E Gesú solleva in alto gli occhi, e dice: «Padre, ti rendo grazie, poiché mi hai dato ascolto! 42 Io sapevo che sempre tu mi ascolti – ma lo dico per la folla qui attorno, perché credano che tu mi hai inviato!» 43 E, detto questo, con voce potente grida: «Lazzaro – vieni qui, esci fuori!» 44 Esce il morto, fasciato con bende alle mani e ai piedi, e con la faccia tutta avvolta dal sudario. Dice loro Gesú: «Scioglietelo, e lasciatelo andare!» 45 Allora molti dei Giudei venuti da Maria, veduto quel che ha fatto, credettero in lui. 

 

Preghiamo 

 

Vieni in nostro aiuto, Padre misericordioso, perché con la tua grazia possiamo camminare sempre in quella carità che spinse il tuo Figlio a consegnarsi alla morte per la vita del mondo. Egli è Dio, e vive e regna con te … 

Amen