Il Blog di Enzo Bianchi

Il Blog di Enzo Bianchi 

​Fondatore della comunità di Bose

Il Vangelo di Oggi 29/03/2022

28/03/2022 21:00

ENZO BIANCHI

VIDEO/AUDIO HOME,

Il Vangelo di Oggi 29/03/2022

Commento di Enzo Bianchi Testo Bibbia Einaudi Lettrice Raffaella Tomellini

 

Il Vangelo di Oggi - 29/03/2022

 

Evangelo secondo Giovanni (5,1-16)

 

Commento di Enzo Bianchi

 

Testo Bibbia Einaudi

 

Lettura Raffaella Tomellini

Martedì della IV Settimana di Quaresima 29/03/2022

Lettura dall’Evangelo di Gesú Cristo secondo Giovanni (5,1-16)

 

C’era una festa dei Giudei, e Gesú salí a Gerusalemme. 2 Ora, a Gerusalemme, vicino alla Porta delle Pecore, c’è una piscina – in ebraico chiamata Betzatà, con cinque portici. 3 Là sotto giaceva una moltitudine di malati: ciechi, storpi, atrofici. [[4 Aspettavano il movimento dell’acqua. Un angelo del Signore infatti, a un certo punto, scendeva nella piscina, e agitava l’acqua. E, dopo il movimento dell’acqua, il primo a immergersi guariva.]] 5 E c’era là un uomo, ammalato da trentotto anni. 6 Vedendolo giacere, e apprendendo che da tanto tempo è malato, Gesú gli dice: «Vuoi guarire?» 7 Gli replica il malato: «Signore, non ho nessuno che mi getti nella piscina, quando l’acqua si agita! Mentre io faccio per andare, un altro riesce a scendervi prima di me!» 8 Gli dice Gesú: «Alzati, prendi il tuo giaciglio, e cammina!» 9 E subito quell’uomo guarí, e prese il suo giaciglio – e camminava. Ma quel giorno era un Sabato. 10 E allora quei Giudei dicevano al guarito: «E’ Sabato, e non ti è permesso trasportare il tuo giaciglio!» 11 Ma egli replicava loro: «Chi ha operato la mia guarigione, è stato lui a dirmi: “Prendi il tuo giaciglio, e cammina!”» 12 Lo interrogarono: «E chi è l’uomo che ha osato dirti: “Prendi, e cammina”?» 13 Ma il guarito non sapeva chi fosse, poiché il luogo era affollato, e Gesú si è dileguato. 14 Dopo queste cose, Gesú lo incontra nel tempio, e gli dice: «Eccoti guarito! Bada a non peccare piú, perché non ti capiti di peggio!» 15 Quell’uomo si allontanò, e andò a informare quei Giudei che è stato Gesú a dargli guarigione. 16 E, proprio per questo, quei Giudei perseguitavano Gesú, poiché osava far queste cose di Sabato.

 

Preghiamo

 

Dio fedele e misericordioso, questo tempo di penitenza e di preghiera disponga i cuori dei tuoi fedeli ad accogliere degnamente il mistero pasquale e a proclamare il lieto annuncio della tua salvezza. Per il nostro Signore Gesù Cristo …

Amen

Come creare un sito web con Flazio